Home » novembre

ICT E LIVELLI DI APPRENDIMENTO NELLA SCUOLA PRIMARIA: UN’ANALISI SULL’IMPATTO DELLA LIM IN CLASSE
Gianluca Argentin, Università Cattolica del Sacro Cuore (Milano), Gianluca.argentin@unicatt.it Tiziano Gerosa, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Tiziano.gerosa@unimib.it

Abstract italiano
Grazie alla crescente diffusione delle ICT in ambito educativo, l’esperienza scolastica degli studenti sembra contribuire sempre più attivamente alla costruzione del loro bagaglio di competenze digitali. Meno chiaro, invece, è il rapporto che intercorre fra l’utilizzo di tali tecnologie e i rendimenti in materie curricolari come italiano o matematica. Il presente articolo si focalizza sulla Lavagna Interattiva Multimediale (LIM), un dispositivo sul quale sono stati fatti ingenti investimenti pubblici nel corso degli

ultimi anni. Ricorrendo a un database originale, frutto dell’unione tra il Questionario Insegnante e i test standardizzati INVALSI 2013-2014, si stimano gli effetti della presenza di una LIM in classe sulle performance scolastiche degli alunni al secondo grado di istruzione della scuola primaria. Questo lavoro presenta due principali vantaggi rispetto a buona parte della letteratura pregressa sul tema. In primo luogo, sfrutta un campione nazionale ampio e statisticamente rappresentativo, dotato di un considerevole grado di validità esterna. In secondo luogo, tiene sotto controllo un ampio insieme di caratteristiche degli studenti, degli insegnanti, delle classi e delle scuole coinvolte potenzialmente in grado di distorcere le stime di impatto della LIM. Le analisi comprendono modelli alternativi di stima dell’impatto delle LIM sui risultati dei test di italiano e matematica (ai livelli individuale e di classe), combinando le tecniche di regressione multivariata e abbinamento statistico (Propensity Score Matching). I risultati concordano nel mostrare un effetto nullo della LIM sui rendimenti scolastici degli studenti, mettendo in dubbio la legittimità degli ingenti investimenti pubblici indirizzati alla sua introduzione negli anni iniziali della scuola primaria. Nel paragrafo conclusivo dell’articolo si discutono i limiti delle analisi condotte, formulando raccomandazioni per valutazioni future più robuste e funzionali alle scelte di investimento da parte del decisore pubblico.

Parole chiave
Lavagne Interattive Multimediali (LIM), risultati degli studenti, scuola primaria, valutazione dell’impatto, analisi controfattuale

English abstract
The recent introduction of ICTs in compulsory education has actively contributed to the development of students’ digital literacy. Less clear, however, is the ratio of the relationship between the use of these technologies in the classroom and students’ performance in the curricular areas of Literacy and Math. Using an original database, resulting from a merge between the INVALSI Teacher Questionnaire and students’ standardized tests for the year 2013-2014, this article estimates the effects produced by Interactive Whiteboards (IWB) on second grade students’ performances in Literacy and Math assessments. This study has two main advantages over much of the previous literature. First of all, it is based on a large sample which is representative at the national level and it ensures a considerable degree of external validity. Second, it allows the estimation of IWBs’ impacts taking into account a rich set of control variables related to students, teachers, classes and schools characteristics. The analysis includes several alternative statistic models (both at individual and class level) and it combines multivariate regression (MLR) and propensity score matching (PSM). Results converge, showing a null effect of IWBs on students’ performances. This conclusion questions the legitimacy of recent public investments made in order to disseminate IWBs within schools. In addition, we remark the limitations of our study, providing recommendations in order to address future assessments on more robust methods.

Keywords
Interactive whiteboards, student achievement, primary education, impact estimation, counterfactual analysis
 

Visualizza il pdf


<< Indietro Avanti >>