Home » novembre

RIPENSARE IL CYBERBULLISMO TRA SOCIAL MEDIA E MESSAGGI D’ODIO. PRATICHE, IBRIDAZIONI E TRAIETTORIE DI RICERCA
Rossella Rega, Sapienza Università di Roma, rossella.rega@uniroma1.it
Alessandro Lovari, Università degli studi di Cagliari, alessandro.lovari@unica.it

Abstract italiano
L’articolo risponde alle recenti preoccupazioni per la crescita dei messaggi d’odio nel dibattito pubblico online, che coinvolge attori differenti tra cui gli stessi rappresentanti politici. Concentrandosi in particolare sui giovani, si propone di esaminare il fenomeno del cyberbullismo all’interno di un framework più ampio, in grado di collegare i comportamenti bullizzanti alla crescita di inciviltà nel discorso pubblico. La ricognizione teorica su incivility e cyberbullismo mostra aree di sovrapposizione a conferma del fatto che non si tratta di fenomeni individuali ma che riguardano l’intera società. L’articolo identifica traiettorie di ricerca e interventi utili a contrastarne la diffusione pervasiva.

Parole chiave
Cyberbullismo, hate speech, incivility, social media, pratiche digitali

English abstract
The article addresses issues in response to the concern about the growth of hate messages in online public debate which involves different actors including politicians. Focusing in particular on young people, it aims at examining cyberbullying within a broader framework, linking the bullying behavior to the growth of incivility in public discourse, especially on social media. The theoretical overview of incivility and cyberbullying shows areas of overlap, confirming the fact that these are not individual phenomena, but they affect the whole society. The article identifies trajectories of research, as well as useful interventions to counteract their pervasive spread.

Keywords
Cyberbullying, hate speech, incivility, social media, digital practices
Visualizza il pdf


<< Indietro Avanti >>