Home » CALL FOR PAPERS

CALL FOR PAPERS

La rivista «Media Education. Studi, ricerche, buone pratiche» (http://riviste.erickson.it/med/), promossa dall’Associazione Italiana di Educazione ai Media e alla Comunicazione, invita docenti universitari, ricercatori, dottori di ricerca e dottorandi, nonché insegnanti, educatori e operatori del settore interessati a inviare contributi in italiano e/o in inglese per il prossimo numero della rivista sul tema:

Media Education e Piano Nazionale Scuola Digitale

A fine ottobre 2015, secondo quanto previsto dalla L. 107/2015, il MIUR ha pubblicato il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD). Un documento complesso e per molti versi innovativo, a partire dalla forma e dal linguaggio utilizzato, strutturato su nove ambiti di lavoro afferenti a tre grandi linee di intervento (Strumenti, Competenze e Contenuti, Formazione e Accompagnamento), a loro volta articolati su 35 azioni.

Siamo dunque nel secondo anno di applicazione del PNSD, con oltre la metà delle azioni già dispiegate, sia sul piano delle infrastrutture, ambienti e amministrazione che su quello più legato alla didattica, in particolare con l’attivazione delle nuove figure degli Animatori Digitali e del Team per l’Innovazione, oltre ad un’ampia attività di formazione rivolta a tutti i ruoli professionali della scuola, dai Dirigenti scolastici ai docenti, passando per i DSGA e gli impiegati amministrativi.
L’intento del Piano è dichiaratamente l’innovazione metodologica e didattica del sistema scolastico, nel quale l’aggettivo “digitale” non rappresenta mai un riferimento strettamente tecnologico quanto piuttosto un richiamo di tipo culturale e sistemico.

Molti sono i punti di raccordo che si possono ravvisare nel PNSD con la più che decennale opera educativa del MED nel campo della Media Education (ME).

Il numero si pone pertanto l’obiettivo di raccogliere contributi di riflessione e di pratiche di media education, connesse all’attuazione del PNSD, riferiti, in modo non esclusivo, ai seguenti temi:

  • Indicazioni Nazionali, Linee Guida, “programmi”, PNSD e ME: una prospettiva storica
  • Innovazione tecnologica, scuola e ME tra politiche pubbliche e mercato
  • Il ruolo dell’animatore digitale nella prospettiva della ME
  • Esperienze di BYOD in chiave media educativa
  • Documentare la scuola, tecnologie e media non solo per insegnare
  • Proposte per un framework delle competenze digitali e mediali (azione #14)
  • Nuove idee per un curricolo integrato
  • Media Education e inclusione
  • Risorse educative aperte, esperienze e proposte
  • Contenuti digitali per la scuola
  • Biblioteche innovative come luoghi media-educativi
  • La formazione delle figure chiave del PNSD (Dirigenti scolastici, Animatori digitale e Team dell’innovazione)
  • La formazione iniziale degli insegnanti alla luce del PNSD

 

È possibile inviare contributi delle seguenti tipologie:
 

1.        articoli di ricerca (circa 40.000 caratteri, spazi inclusi)

2.        buone pratiche (circa 15.000 caratteri, spazi inclusi)

3.        recensioni di libri (circa 5.000 caratteri, spazi inclusi)


Il numero è curato da Antonio Fini (
antonio.fini@unifi.it).

Le proposte vanno inviate entro il 15 luglio 2017, all’indirizzo antonio.fini@unifi.it, in accordo con le norme per la pubblicazione reperibili sul sito della rivista (http://riviste.erickson.it/med/proponi-un-contributo/). Tutti i contributi verranno sottoposti al giudizio di due revisori. La pubblicazione del numero è prevista per l’autunno del 2017.


Informazioni sulla rivista

“Media Education. Studi, ricerche, buone pratiche" è una rivista semestrale che accoglie e pubblica studi e ricerche relative alla media education, nonché resoconti di esperienze mediaeducative svolte in qualunque campo (scolastico, extrascolastico, speciale, ecc.; bambini, adolescenti, adulti, ecc.)

 

La rivista promuove il dibattito sui concetti chiave e fondanti della media education (socializzazione mediale, competenza digitale, emancipazione, cittadinanza, rapporto tra Scienze della comunicazione e Scienze dell’educazione, ecc.), alla luce dei cambiamenti socio-culturali moderni, mantenendo sempre una specularità di riflessione fra prospettiva pedagogica e prospettiva socio-comunicativa.

È pubblicata in modalità open access dall’editore Erickson al seguente indirizzo: http://riviste.erickson.it/med/